Smalto colorato: dall’Antica Mesopotamia al Gel Color OPI

by / giovedì, 04 agosto 2016 / Published in News Body Care

Uno smalto colorato può bastare per sentirsi truccate. Mani e piedi in ordine sono un ottimo biglietto da visita per affrontare con sicurezza le giornate estive. La cura delle mani è una tradizione che arriva da lontano. Ripercorriamo insieme le tappe che ci hanno portato fino alla manicure dei giorni d’oggi.

Antichità

Come la depilazione, anche la manicure è una tradizione che nelle antiche civiltà interessava gli uomini: erano infatti gli uomini delle alte classi sociali, già a i tempi dell’antica Mesopotamia, a dipingersi le unghie di nero per definire la loro superiorità sociale e distinguersi dal resto del popolo. Anche i reali cinesi avevano l’abitudine di colorarsi le unghie con lacche e pigmenti derivati dai fiori, un’abitudine modificata quando diventò una moda popolare: i reali iniziarono ad aggiungere polveri d’oro e d’argento, pietre preziose e altri ornamenti. È nell’Antico Egitto che nasce invece il primo colore rosso sulle unghie delle donne: più una donna era potente, più il rosso era intenso. come testimonia il rosso rubino usato dalla Regina Nefertiti.

Dal Rinascimento all’Ottocento

La moda della cura delle unghie arriva nell’Europa moderna durante il Rinascimento: gli aristocratici iniziano a prendersi cura di mani e unghie con prodotti specifici. In epoca Vittoriana si diffonde l’uso dello smalto con olio e un pezzo di camoscio, raccontato da Gustave Flaubert nel suo romanzo “Madame Bovary“, in cui la protagonista, Emma Bovary, cura con devozione le sue unghie. Nell’Ottocento inizia la produzione in serie di smalti, accessibili a tutta la popolazione.

Il Novecento

Il grande cambiamento nella produzione e l’uso degli smalti avviene nel secolo scorso. Negli Anni ’20 si diffonde la moda della “moon manicure“, che trae ispirazione dalle vernici per auto nate in quegli anni negli Stati Uniti, completamente sui toni del rosso e del rosa. Negli Anni ’30 Revlon inizia a produrre smalti di tutti i colori. Il 1934 è un anno importante: il dentista Maxwell Lappo inventa le prime unghie finte, pensate per i suoi pazienti con l’abitudine di mordersi le unghie. Nel 1955 tocca ad un altro dentista, Fred Slack, creare una sostanza acrilica per riattaccare le unghie rotte: questa invenzione segna l’inzio delle unghie artificiali. Negli Anni ’70 nasce infine la french manicure, ad opera di Jeff Pink, fondatore di Ory ed apripista dell’uso dell’acrilico, seguito negli Anni ’80 dalla diffusione degli smalti fluo.

Oggi

I giorni d’oggi sono caratterizzati da smalti permanenti o semi-permanenti, nail art -decorazioni e disegni artistici nelle unghie-, una vasta proposta di colori che vanno dai toni pastello ai colori più acceso. Oggi le donne di tutte le età e di tutte le classi sociali curano unghie di mani e piedi per sentirsi più belle.

Body Care propone la linea di smalti O.P.I., azienda leader nel settore , che garantisce prodotti imbattibili per rapidità di applicazione, durata e brillantezza. Un must prima di partire per le vacanze è il Gel Color OPI, lo smalto semi-permamente della linea OPI, che vi permetterà di avere mani e piedi perfetti e unghie colorate, per 2 settimane.

Tagged under: , , ,

Lascia un commento

TOP